PSC Pronto Soccorso Creativo

SPID- Comitato Pronto Soccorso Creativo

Il Comitato Pronto Soccorso Creativo SPID è pronto: in arrivo dai prossimi giorni i nostri video settimanali! #drammaterapia #dramatherapy #that'slife #that'sdramatherapy #that'sourgroup

Pubblicato da Società Professionale Italiana Drammaterapia su Sabato 6 giugno 2020

Pronto Soccorso Creativo è l’iniziativa promossa dalla SPID (Società Professionale Italiana Drammaterapia) e dai suoi soci in un tempo in cui è necessario sostenere e attivare le proprie risorse creative individuali, in modo costruttivo, propositivo, puntale, delicato, dedicato, attento. 

Viviamo un periodo di grave criticità e stress lavorativo, personale, sociale. Potremmo sentirci stanchi, confusi, isolati, malinconici, persino irritabili e un po’ depressi – e sarebbe più che comprensibile – ma non siamo soli e possiamo trovare mille occasioni e modi per reagire e rispondere a questo tempo, riscoprendoci sereni e con la voglia di sorridere e tornare a condividere bei momenti. Stiamo tutti imparando a convivere con un Virus che richiede attenzione, responsabilità, distanziamento fisico, elaborazione del distacco e in alcuni casi anche del lutto. Ma siamo esseri relazionali, e la relazione e lo scambio umano non possono mancare, soprattutto adesso, perché fanno parte di noi, siamo noi: 

L’uomo è relazione! Il teatro è relazione! Restiamo in relazione!

La Drammaterapia, professione disciplinata dalla Norma UNI 2015: “Figure professionali operanti nell’ambito delle Artiterapie“, può stare accanto a giovani, anziani, bambini, adulti, come arte, con la forza dell’arte teatrale – del gioco, dell’immaginazione e del rito – ed è in grado di sostenere, supportare e assistere anche nei momenti di cambiamento e di crisi, perché da sempre collabora con diverse figure professionali, dagli psicologi agli psicoterapeuti, dal personale medico a quello sociosanitario ed educativo, nei diversi ambiti in cui è impiegata da anni.

Come lo fa?  

Con piccole azioni, che i nostri soci vi mostreranno, all’interno di sezioni e video dedicati;

Condividendo protocolli europei e iniziative che si stanno diffondendo in Italia e all’Estero;

Mettendo a disposizione semplici tecniche e strumenti teatrali che potrete sperimentare da soli, in famiglia, con noi, anche on line; 

Offrendovi spazi protetti, per potenziare le vostre risorse creative individuali, comunicative e relazionali;

Aiutandovi a portare attenzione al tempo presente, rileggendo i vostri copioni di vita, imparando dalle storie che vorrete raccontarvi, giocando coi vostri ruoli -quelli che quotidianamente mettete in campo – e imparandone di nuovi, risvegliando la vostra creatività e capacità di cambiamento e trasformazione;

Ascoltandovi, stando accanto a voi, se ne sentirete il bisogno. 

Perché? Per stare tutti meglio! Per sviluppare ben-essere, personale e sociale 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha reso pubbliche le evidenze che dimostrano quanto l’arte giochi un ruolo fondamentale rispetto all’“improving health and well-being” (cioè nel migliorare la salute e nello sviluppare benessere).

 Le ArtiTerapie concorrono al raggiungimento di uno “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale” proprio attraverso la loro disciplina di vertice, che sia l’arte, la musica, la danza il teatro! Si sta meglio quando si porta attenzione ai propri pensieri, stati d’animo e comportamenti; quando si da loro un nome e una forma, quando si trasforma anche la fatica in azioni positive. 

Certo, non possiamo toccarci; ma possiamo tornare a respirare, prendere contatto col nostro corpo, dedicare tempo di qualità a noi stessi, valorizzare la nostra presenza interiore, il nostro esserci, intensificando il nostro sguardo sulle cose, cambiando ciò che va cambiato, con fiducia, riempiendo di colori e sfumature la nostra vita, la nostra voce, liberando il nostro corpo con l’immaginazione, dando sfogo alla nostra creatività. Ecco: riscoprire la creatività, come atteggiamento mentale attivo e propositivo, come stato d’animo positivo e fiducioso, come attitudine comportamentale all’apertura e all’accoglienza; una risorsa straordinaria che ci consentirà di non lasciare che i molti ostacoli e impedimenti di questo tempo possano limitarci. 

La Drammaterapia è attiva in diversi contesti (scuole, associazioni, centri disabili, RSA, comunità, cooperative, studi privati, etc…) nel rispetto del normative vigenti e, in ambito rieducativo e sanitario, sotto la responsabilità di dirigenti medici o psicologi. Contattateci, se avete bisogno di noi.

La Drammaterapia è una terapia dell’ottimismo, dell’adesso e del futuro”, Sue Jennings

SPID, Comitato per il Pronto Soccorso Creativo

Potrebbero interessarti anche...

error

Ti piace? condividi!